Sam Long

Età

25

Data di nascita

23 dicembre 1995

Nazionalità

USA

Disciplina

Ironman

Record personali

2021
Ironman 70.3 World Championship – 2° posto - 3h 41min 09s
2021
70.3 Boulder – Vincitore - 3h 37min 35s
2021
Ironman Cœur d’Alene – Vincitore - 8h 7min 40s
2020
70.3 Cozumel – Vincitore - 3h 42min 43s
2019
Ironman Chattanooga – Vincitore - 8h 22min 20s

The Big Unit

“Voglio battere tutti i record. Non mi arrendo finché non ci arrivo".​

A soli 26 anni, Sam Long ha già completato 17 gare IRONMAN, di cui 2 vittorie IRONMAN e cinque 70.3, e ora vuole cimentarsi, e vincere, anche nei circuiti a lunga distanza.

Nato a Boulder, in Colorado, Sam ha iniziato la sua vita con un parto tri-gemellare prematuro e, a detta del medico, avrebbe potuto avere qualche ritardo nella crescita e nello sviluppo fisico rispetto ad altri coetanei. 25 anni dopo, Sam sfidò completamente quella previsione diventando un atleta d'élite, punto di riferimento della prossima generazione di professionisti sui percorsi lunghi.

“Sono un ragazzo competitivo e ho bisogno di obiettivi da inseguire e perseguire".

Sam ha completato il suo primo IRONMAN a 18 anni ed è diventato professionista a tempo pieno nel 2016 salendo sul secondo gradino del podio all'IRONMAN 70.3 di Calgary a soli 21 anni. Ha poi affrontato la gara di lunga distanza Ironman Boulder nel 2017 vincendo nella sua fascia d'età in soli 50 minuti, per poi costruirsi una solida carriera professionale come triatleta salendo sul gradino più alto del podio sulla distanza intera IRONMAN di Chattanooga nel 2019 e finendo al 2° all'Ironman 70.3 World Championship nel 2021.

"Perdere fa male e questo mi porta a dare sempre il meglio di me stesso, puntando a essere il numero uno."​

Sam Long è unico nel suo genere: spinto dal desiderio di essere il meglio che può in assoluto, crede fortemente nell’impegnarsi a fondo per far sì che «i propri idoli di un tempo diventino i rivali del futuro». Questa altissima concentrazione mentale ha come obiettivo quello di spingersi sempre più oltre i propri limiti ogni volta che ne ha l’occasione con il solo target di raggiungere l'apice dello sport.​